Euxiphipops Navarchus - Coral reef discus Stendker pesci marini

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Euxiphipops Navarchus

LE SCHEDE DEI PESCI MARINI

Nome latino
Euxiphipops Navarchus
Nome comune
Pesce angelo con la faccia blu
Dimensioni
Massima 30 cm.
Valori dell' acqua
Temp. 26° / 30° Densità 1018 / 1022 PH 8.4
Abitudini e compatibilità

Pesce appartenente alla famiglia dei Pomacantidi, di medio-grande taglia, proveniente prevalentemente dalle acque dell'oceano Pacifico, Indiano e dell'arcipelago Indo-Australiano; splendidamente colorato quando raggiunge la livrea adulta, relativamente robusto, socievole, adatto alla convivenza con pesci di barriera di altre razze e con altri Pomacantidi purchè di colore diverso.

Corpo molto appiattito, di forma quasi rettangolare, con le pinne dorsale ed anale si estendono per quasi tutto il perimetro del corpo e che arrivano a coprire parzialmente la pinna caudale; pinne ventrali molto allungate, la bocca è simile al becco di un pappagallo, è, inoltre, presente un lungo aculeo che si estende dall'opercolo branchiale verso la parte posteriore del pesce.

La livrea dell'adulto, diversa da quella della forma juvenile, è estremamente colorata ed appariscente ed è forse uno dei più colorati pesci d'acquario, testa e ventre di color blu scuro, orlato di turchese elettrico, il resto del corpo di color arancione carico, con piccoli rombi blu, una macchia blu orlata di turchese prima del peduncolo caudale, pinne orlate di turchese.

Molto difficile da ambientare, sarebbe consigliabile acquistare esemplari già perfettamente acclimatati, ma una volta ben ambientato è robusto ed onnivoro, predilige mangime secco in granuli o surgelato, artemie saline, chironomus ed anche gamberetti, le apposite sfoglie di alghe liofilizzate ed anche foglie di insalata, spinaci bolliti.

Necessita di una vasca medio grande, in quanto nuota volentieri nel centro dell'acquario, ma anche di rifugi e nascondigli tra le madrepore; con acqua ben filtrata ed aereata.

Abbastanza resistente alle malattie soffre per i valori eccessivi di nitrati e fosfati, nel qual caso perde i colori brillanti, a cominciare dal muso, sono consigliabili cambi parziali con sifonatura del fondo ed aggiunte regolari di oligoelementi e vitamine.

Non molto adatto agli acquari con invertebrati in quanto se ne ciba volentieri.

E' in definitiva un pesce adatto a tutti gli acquari marini tropicali, preferibilmente senza invertebrati, sia del principiante che del più esperto acquariofilo.  

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu